#Entrecote #Angus #Argentina #TanzenVsFood

Entrecote_Watermark

Nome del piatto: Entrecote di Angus Argentina

Luogo: Locanda Dal Sor Francesco, Via Blera 28, Cura di Vetralla (VT) – Sito Web

Descrizione: La Locanda Dal Sor Francesco è uno dei migliori ristoranti nei quali mi sia capitato di mangiare a Viterbo e nel centro Italia, ottima la carne e gli antipasti, buon rapporto qualità/prezzo, che conta sempre. L’Entrecote di Angus Argentina è un classico stra-buono, ma la carne deve essere di qualità e cotta alla perfezione, come quella che ho mangiato in foto.

Le precedenti puntate.

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.

Bocce di Fuoco Vol.3 – Te Lo Dice Multiplayer.it

bocce-fuoco-vol3-telodice-360_1

Ecco, immancabile, la nuova puntata della rubrica più irriverente di Multiplayer.it con protagonisti i nostri tre idioti preferiti, l’ultima della stagione estiva! In questa puntata molto verso il demenziale, passiamo in rassegna la terza tornata delle protagoniste videoludiche più pettorute

Il filmato:

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.

Una giornata in Lega Serie A (e con FIFA 15)

2014-07-24 11.03.38_Watermark

Sono appena tornato alla base dopo una giornata passata a Milano nel palazzo della Lega Serie A: l'occasione era l'annuncio dell'accordo ufficiale tra FIFA 15 e il nostro massimo campionato, che prevede loghi, replay, palloni ufficiali all'interno del gioco, ma anche il trofeo riprodotto fedelmente, i font giusti sulle maglie e il logo Serie A sulle maniche.
C'è stata anche la possibilità di provare una nuova versione di FIFA 15, intervistare Sebastian Enrique, il producer del gioco, Marcel Kuhn, che si occupa invece di FIFA Ultimate Team, e Daniele Siciliano, responsabile marketing di EA Italia, col quale ho parlato dell'edizione italiana e della copertina.

2014-07-24 10.06.06_Watermark

2014-07-24 10.37.26_Watermark

2014-07-24 10.39.27_Watermark

2014-07-24 12.44.59_Watermark

Dulcis in fundo, c'era il mitico Pierluigi Pardo, col quale ho fatto un'intervista super divertente riguardo il suo ruolo di telecronista ufficiale in FIFA 15, e non solo, assieme all'immancabile prima selfie della giornata. Dopo aver condiviso con lui l'intervista a Cristiano Ronaldo qualche anno fa, mi ha fatto piacere che si ricordasse del mio nome, cognome e nickname; anzi, abbiamo scambiato qualche chiacchiera amabile e battuta in più di un'occasione.

SelfiePardo

Entrare nel palazzo della Lega mi ha provocato una certa emozione, e anche se è ben lungi dall'essere visivamente eccitante rappresenta sempre il luogo dove si stila il calendario ogni anno e dove passano in continuazione presidenti e addetti ai lavori di quella che rappresenta una delle mie passioni più forti. Ed infatti ho ripreso Lotito mentre "sbroccava" su Candreva (video a breve), mi sono seduto nella sala delle conferenze stampa e ho beccato il presidente De Laurentis, indovinate che foto abbiamo fatto assieme? :D

SelfieDeLaurentis

Per quanto riguarda le impressioni su FIFA 15 e le interviste c'è embargo fino al 13 agosto, data dell'inizio della Gamescom; la settimana prossima sarà invece il turno dell'annuncio riguardante il packshot italiano di FIFA 15, ovvero di chi sarà assieme a Messi in copertina. È dura non poter dire nulla.

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.

Benvenuto Miro!

2014-07-05 13.47.28

La chiattona Asia avrà sempre un posto speciale nel nostro cuore e non sarà mai sostituita, ma siccome tre gatti riescono a vivere bene assieme a noi, abbiamo deciso di prendere Miro, trovatello di due mesi che ha perso la madre di recente.

Il nome è stato in ballottaggio con Mordicchio per diversi giorni, perché è a dir poco vispo e morde qualsiasi cosa gli capita sotto tiro, comprese mani e gambe :D
Dopo qualche giorno un po' si è calmato, ma continua ad essere super giocherellone per poi "spegnersi" di improvviso nelle posizioni tra le più disparate. Cicciotto lo ha accolto abbastanza bene, anche se alterna il gioco all'infastidimento (ma c'è anche il caldo); Mina, come sempre, si fa i fatti suoi.

Eccolo alle prese con la sua prima pallina, è così attivo almeno 12 ore su 24:

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.

2014-07-11 20.53.21

2014-07-13 11.38.24

2014-07-19 18.31.31

2014-07-20 19.01.11

Gli errori comuni dei PR con i giornalisti

26-03-2011-10-54-45

Il rapporto deontologico tra PR e giornalisti nel mondo dei videogiochi è piuttosto chiaro, i primi devono far si che il gioco per il quale lavorano abbia la massima esposizione possibile, che venga “capito” da chi lo recensisce e che vengano messe in risalto le sue qualità, anche se sono poche. Il giornalista deve valutare il titolo senza alcuna influenza e pressione, conscio che il giudizio è comunque soggettivo anche se basato su un’esperienza di tanti anni.
Il giornalista non ha alcun problema a dare visibilità o scrivere più volte di un videogioco se appunto il dialogo col PR si ferma a questo argomento. A quest’ultimo richiede massimo supporto in termini di materiale, tempi di lavorazione e qualsiasi esigenza per lavorare al meglio.

Non sempre queste cose accadono, però, e complice una conferenza alla quale ho assistito durante la scorsa GDC di San Francisco, ho deciso di scrivere quali sono gli errori più comuni che fanno i PR durante il proprio lavoro:

  1. Sbagliare il nome del giornalista quando inviano una mail: “Ciao Giuseppe, ho pensato proprio a te per questa cosa” – Giuseppe??!? #EpicFail
  2. Proporti esclusive senza senso: “Ciao, abbiamo la possibilità di darti in esclusiva UNO screenshot del gioco X” – Uno screenshot esclusivo, wow, dopo un minuto ce l’hanno tutti.
  3. Proporti esclusive senza senso, parte seconda: “Ciao, possiamo darti la possibilità di regalare ai tuoi utenti la pozione X per l’MMORPG X, se ci dai due giorni di visibilità massima nella tua Home Page” – Wow, una cosa che non frega a nessuno in cambio di una visibilità che non diamo nemmeno quando recensiamo titoli come GTA V o The Last of Us.
  4. Chiamarti dopo poche ore che hai ricevuto il gioco (e ancora, ancora…) da recensire per sapere se ti piace: Chi ’azzo sono, Mandrake?
  5. Chiamarti cento volte al telefono per ogni più piccola richiesta o rottura e poi rendersi irreperibili quando invece li chiami tu: non ti lamentare se poi comincio a mandarti messaggi minatori e tanti bei improperi, bisogna essere sempre disponibili negli orari di lavoro!
  6. Inviarti materiale del gioco alla vecchia maniera: “Ciao! Ti ho appena inviato quattro nuove immagini clamorose che mostrano i menù del gioco X, ognuna pesa 150 MB” – 150 Megabyte??!? E dove devo metterle, stampate sulla facciata del Colosseo?
  7. Inviarti materiale del gioco alla vecchia maniera, parte seconda: “Ciao, ti ho appena mandato tramite posta il CD con le nuove immagini e video del gioco X / Ciao, ho appena caricato i materiali del gioco X sul nostro FTP dove puoi scaricarli a ben 5 KB al secondo, pesano qualche gigabyte” – A questo punto non è meglio utilizzare il piccione viaggiatore o le chiavette USB 1.0? Esistono servizi nettamente più comodi e veloci come Dropbox e compagnia.
  8. Credere che tu abbia doni soprannaturali: “Ciao, eccoti il filmato in esclusiva, ora sono le 17.55 e l’embargo è alle 18, mi raccomando fai presto che poi lo avranno anche gli altri” – E chi sono, Maradona che riesco a scaricarlo, convertirlo e pubblicarlo in cinque minuti?
  9. Materiale esclusivo per l’Italia: “Ciao, eccoti questo video esclusivo, l’hanno già pubblicato nel resto del mondo, ma in Italia sareste i primi” Certo, perché un lettore quando scrive Gamespot.com o Eurogamer.net gli appare un blocco regionale, giusto.
  10. Mentire o inventarsi supercazzole in caso di domande o esclusive “scomode”: questa forse è la peggiore, io sono per la trasparenza assoluta anche quando un’esclusiva viene data ad un concorrente o una cosa non è possibile, se mi viene risposto con una bugia, l’essere vaghi oppure inventarsi una cazzata di sana pianta, il 99% delle volte me ne accorgo, e il risultato è solo infastidimento e perdita di fiducia lavorativa.
  11. Contestare (che è diverso da chiedere spiegazioni) il voto dato ad un gioco senza magari nemmeno averlo provato in prima persona: fratè (o sorè), il tuo compito è far parlare del tuo prodotto il più possibile e mettermi in condizione di lavorarlo alla perfezione, il mio è di giudicarlo nella maniera più giusta possibile e non farmi trasportare da antipatie o pressioni.

Sperando che nessuno se la prenda a male (ma potrei rispondere che ha la coda di paglia :D) invito altrettanto a scrivere degli errori comuni che fanno i giornalisti, magari ne scriverò direttamente io in futuro!

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.