PES 2015 e le World Finals

IMG_7250_Watermark

Questa settimana sono stato tre giorni a Manchester e nella bellissima cornice dell'Old Trafford per coprire in esclusiva italiana l'edizione 2014 delle PES World Finals e giocare nuovamente Pro Evolution Soccer 2015.
Lo stadio del Manchester United è fantastico e gli dedicherò un post a parte, PES 2015 invece dimostra diversi punti di svolta interessanti, come la volontà di arrivare nei negozi solo quando pronti, ignorando la data d'uscita di FIFA, e il riconoscere tutti gli errori fatti in passato, per ripartire da zero.
Merito anche del nuovo team londinese di Windsor, che ha creato un tool indirizzato alla comunità per tenere rose, stadi e tattiche aggiornate; sulla carta, ma anche giocandolo, PES 2015 sembra essere promettente, ma ovviamente aspetto di vederlo in forma perlomeno semi-definitiva per esprimermi con più sicurezza.

IMG_7448_Watermark

IMG_7453_Watermark

IMG_7458_Watermark

Se non lo avete letto, a questa pagina c'è l'articolo completo che ho scritto sul gioco, frutto anche di tante interviste fatte durante l'evento; sono sempre la maniera migliore per carpire nuove informazioni, e per quanto mi riguarda nei press tour i rapporti personali anche extra lavoro sono decisivi per capire che aria tira ma anche per fare nuove amicizie e rafforzarne di vecchie, come con William :)

Per quanto riguarda le finali mondiali di PES 2014, Renzo "Loscandalo" ed Ettorito si sono comportati alla grande, il primo ha perso ai rigori con un po' di sfortuna nei quarti, Ettore in finale per 3-2 dopo aver preso i primi due goal in maniera incredibile. È il secondo anno che assisto alle finali mondiali, ed è la seconda volta che perde in finale, credo vorrà uccidermi :D
PES giocato a questi livelli rasenta i limiti della follia, tutti i giocatori prendono il Barcellona, si segnano mille schemi e tattiche, magari sul cellulare per ricordarsele, e durante la partita sfruttano ogni minimo bug del gioco per segnare facile, battono munizioni sottoforma di missili e inanellando una serie di passaggi infiniti rasoterra. I cross dalle fasce non esistono, ma solo i lanci da centrocampo quando c'è uno spiraglio di contropiede, impossibile giocarci contro, vieni massacrato.
Quest'anno il vincitore della Grecia si è portato a casa la coppa e un assegno da 15000 euro, ad Ettorito non è andata tutto sommato male, con 5000 euro, e la cosa che mi è piaciuta di più e vedere tanti ragazzi provenienti dai posti più disparati parlare assieme in un inglese improbabile, oppure passare del tempo e divertirsi magari la sera del pub, in fondo è la cosa più divertente e genuina.

IMG_7281_Watermark

IMG_7339_Watermark

IMG_7429_Watermark

IMG_7464_Watermark

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.