iPhone5s Gold

Sono sempre stato abbastanza abile a gestire la mia costante voglia di aggiornamento tecnologico, evitando di spendere ogni volta cifre folli grazie allo sfruttamento del valore dell’usato, i viaggi nei posti con cambio favorevole e la mia passione sull’argomento.

Per quanto riguarda gli smartphone, ad esempio, sono strenuo sostenitore del fatto che sia inutile spendere 500–700 euro per un nuovo modello, molto meglio dirigersi verso una fascia più bassa (e lasciare ai tablet il compito di affiancare il computer) oppure avvalersi di un abbonamento, se proprio non se ne può fare a meno dal punto di vista produttivo (leggasi, non perché è bello da vedere).

Fatte le dovute premesse, ho acquistato un iPhone 5s negli Stati Uniti risparmiando circa 250 euro rispetto al prezzo di listino nostrano, il resto l’ho coperto mediante vendita del modello precedente e una piccola cifra aggiuntiva.
Capienza 16 GB, sufficienti per le foto e le app di produttività (se devo giocare su mobile utilizzo Nintendo 3DS e PlayStation Vita, al massimo il tablet); colore Gold, perché l’avevo già adocchiato dal vivo e non è tanto kitsch come sembra.

Le differenze estetiche rispetto al precedente modello sono proprio nel colore, e basta: la qualità costruttiva rimane eccellente, l’ergonomia perfetta e lo schermo di ottima definizione.
Il prossimo iPhone dovrebbe averne finalmente uno più grande, sarebbe gradita una versione con display tra i quattro e i cinque pollici, quelli enormi personalmente hanno un appeal pari allo zero.

La velocità è molto simile al precedente modello in termini di navigazione, leggermente superiore nel resto, e quindi tutte le operazioni col sistema operativo sono immediate; con iOS 7.1 (attualmente in versione beta) la situazione è migliorata anche in termini di bug e durata delle animazioni.
La fotocamera è una leggera evoluzione e la differenza più marcata si nota quando si scattano panoramiche, grazie ad un’esposizione nettamente migliore, e in condizioni di bassa luce, dove c’è meno “rumore” sulle immagini. Molto carina è la possibilità di fare video in Slow Motion, ma ovviamente è una cosa assolutamente accessoria.

La durata della batteria mi è parsa superiore anche grazie a quelle app che sfruttano il nuovo coprocessore dello smartphone.
Il Touch ID è forse la novità più interessante: sbloccare il cellulare con le proprie impronte digitali è veloce e il beneficio è enorme soprattutto negli acquisti su App Store. Si può scegliere così una password più complessa per aumentare la sicurezza ma al contempo scaricare senza perdere tempo in condizioni normali e personali di utilizzo.

touchid_hero

In definitiva la qualità del cellulare rimane estremamente alta e indirizzata a chi fa largo utilizzo di tutte le funzionalità di uno smartphone, le prestazioni sono futuribili e il 5S è il dispositivo dove iOS 7 gira meglio. Ho deciso però di suddividere il giudizio in base a quale tipo di sistema / smartphone è in proprio possesso.

Per i possessori di iPhone fino al 4s

La migliore qualità dello schermo e le dimensioni maggiori assieme all’estetica del 5S sono novità importanti, stessa cosa per quanto riguarda velocità, fotocamera e i componenti interni che sfruttano al meglio iOS 7.
L’acquisto è consigliato seguendo magari le precisazioni di inizio articolo.

Per i possessori di iPhone 5

Le differenze estetiche sono minime mentre la velocità maggiore, i 64 bit e le importanti evoluzioni hardware incideranno solamente tra diversi mesi.
Meglio risparmiare i soldi per un eventuale iPhone 6 di dimensioni differenti.

Per i possessori di Android curiosi o insoddisfatti

iPhone 5s è il top che Apple offre oggi in termini di smartphone con sistema operativo iOS.
L’acquisto è quindi consigliato se si vuole provare qualcosa di nuovo o scegliere la massima usabilità possibile e integrazione tra dispositivi Apple, scendendo a compromessi (più o meno importanti in base al tipo di utilizzo) in termini di personalizzazione e interoperabilità tra sistemi differenti.

Per i possessori di Android soddisfatti e Windows Phone

Ne iPhone 5S ne iOS 7 modificano i paradigmi di quello che gli utenti Android criticano di Apple, e per questo la valutazione sull’acquisto rimane identica.
Nemmeno il rapporto qualità / prezzo viene modificato rispetto al passato: in ambito di dispositivi che montano il sistema operativo di Google esistono versioni più convenienti come prezzo e accettabili in termini di caratteristiche e prestazioni.
Valutazioni simili possono essere fatte per gli utenti di Windows Phone, ma qui in realtà gli attuali possessori hanno scelto questo sistema soprattutto per voglia di sperimentare qualcosa di differentemente valido o fiducia verso un futuro di pari livello in relazione alle altre due piattaforme dominanti.

ios_hero

Questo è quanto, alla fine del 2013 è impossibile consigliare lo smartphone ideale per tutti gli utilizzi e tutte le tasche: se qualcuno prova a fare il contrario, dal mio punto di vista è poco informato, in malafede oppure si lascia trasportare troppo dai gusti personali.

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.