Lo scorso 25 luglio ho deciso di attuare un restyling al blog in termini grafici e di struttura, mi sono “imposto” inoltre di pubblicare un post ogni giorno o quasi, allo scopo di capire l’effetto che poteva produrre sugli accessi.
Non è cambiato lo scopo, quello di un sito personale che spazia all’interno di diversi argomenti ma che curo nel poco tempo libero a disposizione; rimane altresì una grande valvola di sfogo che qualora dovessi curare maggiormente in futuro, potrebbe regalarmi parecchie soddisfazioni.
Mi sono sempre piaciuti trasparenza e comunicazione diretta – lo si nota anche dal tipo di pubblicità che offro su queste pagine – e ho deciso quindi di condividere i dati di accesso de ilTanzen.it negli ultimi trenta giorni.

Cominciamo dalle metriche generali:

Generali

Eliminando i bot con apposite opzioni su WordPress e Google Analytics, quasi 8.000 utenti unici e 19.000 visualizzazioni di pagina.

Facciamo un confronto con i 30 giorni precedenti:

Confronto

Nonostante i post di Los Angeles siano andati molto bene, un aggiornamento molto più discontinuo, di massimo 2-3 post a settimana, ha prodotto dati visibilmente inferiori: in questi ultimi 30 giorni le sessioni sono raddoppiate, le pagine viste sono decisamente di più ed è aumentato anche il tempo medio sulla pagina.

Vediamo gli articoli più letti:

articolipiuletti

La guida su Windows 10, quella sulle migliori pizzerie di Napoli e la recensione su Apple Watch hanno fatto bei numeri, con tempi di lettura anche molto interessanti da parte di chi ci è capitato sopra.

E da dove provengono gli accessi:

SocialOrganicetc

I Social la fanno decisamente da padrone col 76% degli accessi, anche perché sono molto attivo da quelle parti e i miei account Facebook e Twitter sono gli unici canali dove pubblicizzo i post del blog. Facebook vince su Twitter (70% vs 30%), da migliorare assolutamente gli accessi da motore di ricerca – ma qui entrano in gioco page rank e la natura “personale” dei post – e i Referral, ma quello probabilmente sarà più semplice qualora dovessi aumentare la frequenza di aggiornamento.

Queste sono le città con la maggior provenienza di lettori:

CItta

Milano e Roma si contendono il primato, i miei conterranei sono sul podio e ci sono tante persone anche da Torino, Catania e Palermo. I lettori dall’Italia rappresentano il 93% degli accessi, il resto dall’Europa e qualcuno anche dal Giappone e dagli Stati Uniti, che mi ha contattato pure diverse volte in passato.

Andiamo a vedere il Sistema Operativo che utilizzano:

SistemaOperativo

Il browser:

browser

E la risoluzione:

Risoluzione

Windows batte Android e iOS di qualche punto percentuale, OS X è distanziato ma significativo, poi a seguire gli altri, addirittura 10 accessi da Xbox! Come browser abbiamo il dominio di Chrome seguito da Safari nelle sue forme desktop e mobile; comincia a fare capolino Edge di Windows 10, vediamo un po’ quanto crescerà.
La risoluzione dominante è quella di smartphone 3,5″ o 4″ – sorprendentemente alta – seguita da 1080p e così via. In tutti questi casi stiamo parlando di SESSIONI e non di pagine viste o utenti unici.

Dulcis in fundo, il 60% degli accessi proviene da dispositivi mobile, ecco lo spaccato:

mobile

Apple con iOS ha il 42%, Android (con al comando Samsung) è suddiviso in tante marche ma sarà superiore nel cumulativo anche perché Nokia e Windows Phone in toto avranno massimo qualche punto percentuale.

Come detto una frequenza di aggiornamento superiore, una migliore velocità delle pagine e un page rank superiore potrebbero far aumentare di molto questi dati; magari scelte future mi permetteranno di farlo, nel frattempo se avete suggerimenti o altro scrivetemi pure in calce a questo post :)

Se Facebook ti provoca l’orticaria, scrivimi su Twitter: @Tanzen.