La trasferta a New York procede in maniera abbastanza sostenuta, tra appuntamenti di lavoro (in fondo siamo qui per questo :D) e lo sfruttamento fino all’ultimo secondo del tempo libero a disposizione.
Giovedì è stato dedicato interamente ad UFC 2010 Undisputed, gioco che uscirà il prossimo 28 Maggio dedicato all’omonima disciplina di arti marziali miste, a partire dalla mattina, dove ho assistito in una palestra ad alcuni allenamenti dei lottatori che si contenderanno il titolo dei pesi massimi e quello dei welter Sabato sera. Ho fatto diversi video interessanti (quello di Frank Mir che si allena nella boxe è impressionante) e due simpatiche scenette con Ron Hardy e Shane Carwin, ma rimando all’articolo e al videospeciale dedicato tutti gli approfondimenti.
Il pomeriggio e la sera abbiamo invece assistito alla presentazione del gioco, per poi spostarci alla M2 ultralounge per la prova su strada, tanto cibo ad accompagnarla e la presenza di altri lottatori, compreso Brock Lesnar che è uno dei pochi conosciuti in Italia grazie al suo passato nel Wrestling.

Venerdì c’è stato tempo anche per fare un bel giro grazie alla sveglia puntata poco dopo l’alba, e quindi via di Rockefeller Center, Nintendo World (che mi aspettavo più “allegro” onestamente, anche se roba interessante ce n’era, anche storica) per spostarci ai confini di Manhattan per attraversare all’andata il ponte di Brooklyn, al ritorno quello di Manhattan stesso. Il primo è davvero molto bello da vedere e attraversare, con la passeggiata fatta di legno e la possibilità di scattare diverse foto interessanti. Il secondo ha una struttura più imponente e sembra essere più frequentato, grazie anche ai treni che vi passano in continuazione al livello inferiore.
Il giro si è chiuso con una capatina a Chinatown, che non mi ha entusiasmato, e Little Italy, che ha ben visibili i segni della decadenza nei locali, nella presenza di pochi Italiani e nell’estensione, che dalla regia mi dicono essere molto ristretta rispetto al passato.
La zona di Times Square in compenso anche di notte è spettacolare, con tanta gente a qualsiasi ora e un tripudio di colori e luci.

Nella mattinata ho avuto anche modo di fare un collegamento con Radio Kiss Kiss e relativa scenetta nella quale ho fermato un paio di passanti per far pronunciare loro una frase per telefono e in diretta, mentre a pranzo ho pranzato con Luigi, ragazzo salentino che avevo conosciuto ben 10 anni fa al primo Expocartoon quando lavoravo per Alternative Reality, e che si è trasferito a New York da qualche anno, facendo gavetta nel campo finanziario fino a diventare CEO di Wall Street Italia, che ha sede a Manhattan.
Un pranzo condito da tante chiacchiere interessanti all’Empire Diner, lo stesso che è apparso in tanti film come Mamma ho riperso l’aereo piuttosto che Man in Black II.
Il poter conoscere tante persone e mantenere contatti e amicizie anche in giro per il mondo rappresentano alcune delle cose che adoro di più del mio lavoro…

Spazio consueto alle foto!

Dan Hardy con un Tanzen che sembra fatto :D Frank Mir in allenamento

GNAM!
Stelle e Monete Gameboy sopravvisuto alla Guerra del Golfo DSC09954 Il Manhattan Bridge da quello di Brooklyn Manhattan Bridge Brooklyn Bridge L'ingresso di Little Italy Caffè Napoli