videonatale

Da diverso tempo covavo l'idea di fare uno Studio Tour all'interno della redazione di Multiplayer.it e di tutti gli uffici di Netaddiction Srl, la società di cui facciamo parte assieme ai nostri "cugini" del cinema, shopping, lifestyle e così via.
Alla fine l'opportunità si è materializzata in occasione del video di Natale, che ho proposto di unire proprio a questo contenuto per esaudire anche le diverse richieste dei nostri utenti in tale direzione.
Assieme a Viciénzo ho saccheggiato quindi un paio di negozi per recuperare quaranta cappelli di Natale da far indossare a tutti i colleghi durante la registrazione del video, e su suggerimento di Antonio cominciato a pensare a qualche scenetta da inserire durante la mia camminata tra le varie stanze, condita da spiegazioni più o meno dettagliate.
Per Perri mi è venuto naturale pensare al suo amore verso Nintendo, per Pianesani l'iconico cesso e per Matteo i mitici rombi; Antonio ha scelto di fare l'idraulico e Vincenzo di assecondare la sua passione estrema per Star Wars. I fratellini Palmisano e Umberto ci hanno inviato un video ad hoc, in maniera tale da innestarli attivamente nella redazione, ed ho tappezzato infine la redazione di immagini di Pierpaolo, in viaggio di nozze, con una scatola al suo posto per la classica battuta sull'insostituibilità :D

Al netto di due o tre cappellate che ho detto durante il video, alla fine siamo riusciti a dare una visione di insieme a quello che facciamo e di quanto sia cresciuta la nostra realtà nel corso degli anni, unicamente con le proprie forze e nonostante i dovuti alti e bassi che ci sono stati, sempre e solo per questioni di coerenza e limpidezza.
Sono contento che i commenti al video siano stati entusiasti, il "dietro le quinte" è sempre molto apprezzato dai nostri lettori e come ripeto sempre il contatto diretto e genuino è il nostro punto di forza.

Se non lo avete ancora visto, di seguito c'è il video (fate refresh se non appare) degli uffici di Multiplayer.it, comprensivo dei nostri auguri di Natale!

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.