Sorrento mon Amour

Mi prendo una pausa dai post seriosi degli ultimi giorni per pubblicare finalmente l’album con le foto di Sorrento, dove sono stato a fine maggio in occasione del compleanno di Manuela.

Sorrento è davvero un piccolo gioiello situato a pochi chilometri da Napoli, tenuta benissimo e molto internazionale, mi ha colpito infatti la presenza enorme di turisti stranieri e soprattutto inglesi, non a caso una buona parte dei negozi ha scritte in doppia lingua. La sensazione che restituisce se vogliamo è un po’ strana, perché le persone la rendono meno locale, ma basta aggirarsi tra i vicoletti per respirare un’atmosfera più legata al passato e alle sue radici storiche che l’hanno vista essere decantata dal famoso Torquato Tasso e cantata da canzoni storiche di musica napoletana. Inutile dire anche che ci sono una miriade di scorci mozzafiato sul mare, che si mangia benissimo (evitando ovviamente i locali più turistici o le pizzerie col forno elettrico) e che può rappresentare il luogo ideale per un weekend un po’ più rilassato rispetto ai ritmi più serrati di Napoli.









Menzione d’onore per l’hotel, l’Hilton Palace Sorrento, che probabilmente rappresenta uno dei migliori alberghi della catena che abbia mai visitato. Al di là della vista eccezionale grazie al posto dove si trova, le finiture sono clamorosamente belle e mai pacchiane, i colori scelti sull’arancio perfetti, la piscina grandissima e ben strutturata, le stanze “fresche” e avanzate, nulla a che vedere, ad esempio, con quelli di San Francisco.

Una citazione vorrei farla anche per Vico Equense, per la sua vista sul mare e per la sua pizza, davvero da acquolina in bocca :)