Finalmente è ufficiale: Shenmue III si farà, grazie alla campagna Kickstarter che ha portato nelle casse del team di Yu Suzuki oltre sei milioni di dollari, record assoluto per quanto riguarda il finanziamento di un videogioco su questa piattaforma di crowdfunding.
Appena c’è stato l’annuncio durante la conferenza Sony sono esploso di gioia, ho letteralmente consumato i primi due capitoli su Dreamcast al punto di ricomprarli PAL per non intaccare le collector’s in mio possesso. La cosa divertente è che inizialmente li avevo snobbati senza colpo ferire, fino all’arrivo del secondo capitolo: in un weekend particolarmente libero, poi, sono entrato nel vortice, portando a termine entrambi i capitoli e rigiocandoli più volte nel corso del tempo.
Che passava inesorabilmente in attesa di un seguito, di un segnale, di un qualcosa che permettesse di far proseguire un’avventura che ha avuto una gestione in realtà parecchio problematica, dal budget spropositato e senza vendite sufficienti a mantenerlo, ma in grado di costruire una schiera di fan devoti e affascinati dalle idee innovative e dall’immaginario creato.
E ai quali mi sono aggiunto anche io, e per questo sono contento di essere stato profetico nel mantenere viva la speranza lo scorso anno durante la GDC 2014, quando ho avuto la fortuna di assistere al Post Mortem del primo Shenmue condotto da Yu Suzuki in persona assieme a Mark Cerny. Durante la conferenza ci sono state un bel po’ di informazioni interessanti sullo sviluppo del titolo, che hanno alimentato come benzina sul fuoco la speranza che un nuovo Shenmue si sarebbe fatto, eccome.
In realtà ho parecchi dubbi e paure sulla qualità del prodotto finale: sono passati davvero tanti anni e dinamiche un tempo più uniche che rare si sono evolute; il budget inoltre a disposizione di Mr. Suzuki sarà ben lontano da quello dei precedenti capitoli, seppur a quanto pare Sony investirà una cifra non meglio definita nel progetto.

Le chiacchiere stanno a zero, comunque, meglio avere la possibilità di vedere il prossimo capitolo di Shenmue e farsene una ragione nel bene (speriamo!) o nel male, che vivere col rimpianto di non averne visto il proseguo :)

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.