L’arrivo qualche giorno fa del Nintendo NES Mini Classic da parte di Nintendo ha alimentato la fiamma ardente per il retrogaming, in realtà sempre molto presente in una parte cospicua dei giocatori più appassionati. Una botta di nostalgia che spesso e volentieri si traduce in una voglia matta di rigiocare vecchi classici anziché farlo per davvero: sono sicuro che il Nes Classic continuerà a fare sfaceli in termini di vendite, perché bello da vedere e pubblicizzato per bene, ma in pochi lo metteranno in essere in pianta stabile.
Anche io rientro in questa categoria, a dirla tutta, e nell’ultimo viaggio di Los Angeles a giugno mi sono accaparrato per 40€ (in offerta) una versione del Sega Genesis / Mega Drive prodotta da AT Games con licenza SEGA, in grado di leggere le cartucce della console originale e con all’interno 80 giochi preinstallati.

IMG_1527

IMG_3318

IMG_3323

Nella confezione è presente il cavo RCA per il video e per l’audio monofonico, quello di corrente con alimentatore 110-220 volt e due pad senza fili, collegati alla console mediante tecnologia ad infrarossi.
L’idea è allettante per chi ama il retrogaming, la realizzazione ampiamente migliorabile: ho dovuto utilizzare un adattatore per sdoppiare la parte audio e farla funzionare sul mio impianto stereo, i pad devono essere direzionati verso la console per funzionare senza lag…per fortuna ci sono anche due porte che accettano quelli originali con filo.
La rosa dei titoli disponibili annovera alcuni esponenti iconici, vedi Altered Beast, gli Street of Rage, i Sonic, i Golden Axe, i Mortal Kombat e Alex Kidd, ma denota anche tante mancanze comprensive dei giochi sportivi, senza contare che la metà del catalogo presente è rappresentata da mini-giochi in emulazione.
Questo Sega Genesis “Classic” mi ha lasciato un po’ tiepido, quindi, perlomeno il fatto di averlo sempre a disposizione mi permetterà di dedicare qualche sessione a Shadow Dancer, forse il mio preferito in assoluto, o dare qualche sana mazzata con gli amici in Streets of Rage 2.

Se i commenti classici non ti piacciono, scrivimi su Twitter: @Tanzen.

IMG_3328

IMG_3332

IMG_3335

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata