Adoro le statistiche, come più volte enunciato, e ho deciso quindi di regalare uno spaccato dei fan di Multiplayer.it presenti su Facebook, dopo aver raggiunto la soglia dei 250.000 like.
La nostra fanpage è sempre più importante nelle strategie di brand e negli accessi verso il sito; da tempo la curiamo come se fosse una vera e propria home page, con tanti contenuti condivisi in loco inframezzati da link verso le notizie, articoli e video più interessanti.

Partiamo dai dati demografici:

Screen Shot 2016-01-19 at 19.28.05

Prevedibilmente i fan sono composti per il 91% da uomini, il 9% da donne, con la fascia più presente compresa tra i 18 e i 24 anni, seguita da quella 25-34 e poi 13-17. Non trascurabili nemmeno gli over 35, mentre il pubblico femminile è un po’ aumentato da quando appunto ci sono più contenuti condivisi direttamente sulla pagina.

Di seguito Nazioni, città e Linguaggio utilizzato:

Screen Shot 2016-01-19 at 19.32.44

Nel primo e terzo caso ovviamente la stragrande maggioranza proviene dal nostro paese, con tante persone (alcune le conosco!) residenti negli Stati Uniti, Giappone e resto d’Europa; per quanto riguarda le città italiane, Napoli ha recentemente guadagnato la vetta – e un po’ voglio prendermi il merito ;) – seguita da Milano e Roma. Ottime presenze anche per Palermo, Torino e Catania.

Questi invece gli orari nei quali le persone sono online nella pagina:

Screen Shot 2016-01-19 at 19.38.25

Come si può notare oramai Facebook è diventato alla stregua di un secondo Google, e le persone sono online, a rotazione, per la stragrande maggioranza del tempo. Postare dalle sette del mattino all’una di notte non è mai sbagliato, ma anche nelle restanti poche ore c’è possibilità di ottenere risultati interessanti.

Dulcis in fundo, il post che è andato meglio negli ultimi 30 giorni:

Screen Shot 2016-01-19 at 19.18.56

Prevedibilmente un Meme, con un numero spropositato di Like e Condivisioni, e 1,2 milioni di persone raggiunte.

Questo è quanto, magari in una prossima occasione condividerò ulteriori statistiche!

Se Facebook ti provoca l’orticaria, scrivimi su Twitter: @Tanzen.