Oggi comincia la tempesta, l’E3 2011 con le super conferenze Microsoft, Electronic Arts, Ubisoft ed infine Sony, e come da tradizione il primo giorno “pieno” dall’arrivo lo abbiamo dedicato al recupero dal jet lag e ad un po’ di giri comprensivi di shopping, in maniera tale da concentrarsi poi unicamente sul lavoro e su una località da visitare prima della partenza per l’Italia.
 
Per il terzo anno consecutivo abbiamo affittato una villetta sulle colline di Hollywood invece del classico hotel, perché al di là dell’ambiente decisamente migliore, è anche la soluzione ideale per lavorare in gruppo e farsi forza a vicenda per affrontare la scrittura fino a notte inoltrata, condividendo tutti i momenti belli e non. L’abbiamo ribattezzata “Casa Multiplayer.it” lo scorso anno in onore di Casa Azzurri (e abbiamo portato tantissima sfortuna alla nazionale italiana :D) e ovviamente ci siamo fiondati immediatamente in un grosso supermercato per fare la spesa con tutto il necessario per tirare avanti in questi giorni.
 
I risultati li vedete nella foto del frigorifero più in basso, tra galloni di latte, succo d’arancia e birra, ma anche biscotti di ogni genere (i Cookies!) e qualcosa di salutare ben nascosto da occhi indiscreti :D
Ho messo due foto esplicative di quanto sia difficile qui negli Stati Uniti mangiare bene spendendo il giusto, la cocacola da un litro e i Chili Cheese Fries (buonissimi, una volta ogni sei mesi però) ne sono un chiaro esempio, in una nazione dove sei palestrato e in forma oppure sei quasi sempre obeso e con chissà quali valori del sangue…
A tal proposito volevo segnalare un simpatico aneddoto avvenuto al Juicy Burger quando ho ordinato le patatine fritte in versione large: mi è stata consegnata una confezione grande ad occhio e croce come una cassetta di frutta di almeno 1 KG, una cosa mai vista :D
 
Del tour di shopping volevo segnalare invece solamente il parcheggio appena costruito all’interno del nuovo mall di Santa Monica, il quale è dotato di sensori con telecamera che emette un colore verde o rosso a seconda se su uno dei due lati ci sia un posto libero per parcheggiare o meno. Ebbene, di fianco alla cassa automatica c’è un touchscreen con il quale è possibile inserire il numero di targa della propria macchina e ricevere l’esatta ubicazione della stessa,  una cosa decisamente futuristica e utile vista l’estensione verticale e orizzontale di queste mega strutture.
 
Dulcis in fundo abbiamo fatto anche un salto al Los Angeles Convention per prendere i pass stampa ed espositore, come scritto in un post precedente siamo media partner dell’evento e abbiamo una meeting room presente in fiera che ci permetterà di lavorare in maniera ancora più rapida e soprattutto sul posto con connessione dedicata. Nelle foto potete vedere qualche bel bannerone posto all’esterno e all’interno della fiera, così come la saletta e lo sfondo che sarà delle prossime Superdirette :)
 
Spazio alle foto in sequenza!