E vai di Supercoppa!

La finale di Supercoppa è stata una di quelle da ricordare, una sequela di emozioni e ribaltamenti di fronte, suggellata da rigori infiniti e due match point gettati al vento dalla Juventus, fino alla parata decisiva di Rafael.
Come al solito si è dovuto soffrire più del dovuto, con una comica difensiva di Albiol-Koulibaly che ha permesso a Tevez di segnare, ed una rincorsa incredibile che mi ha fatto cambiare mille volte umore durante la partita. Il Napoli era messo bene in campo, ha avuto diverse occasioni da goal e se l’è giocata alla pari, come sempre è accaduto contro le grandi squadre e nelle partite che contano.
Manca la continuità che ti permette di vincere lo scudetto e un calciomercato che ribadisco essere al di sotto delle aspettative/potenzialità, ma questa sera mi sono proprio divertito ed ho esultato tre volte, dopo le due rimonte delle quali l’ultima allo scadere, e per i rigori che questa volta ci hanno permesso di alzare la Supercoppa italiana.
Due note finali: la collocazione inutile a fine dicembre e in Quatar, chiaramente per motivi economici ma giocata in uno stadio con pochi posti e gente mediamente interessata; la telecronaca Rai assieme al commento in studio di Marco Tardelli a tratti faziosa, soprattutto piena di strafalcioni e di disinformazione.

Forza Napoli!

juventus_napoli_supercoppa43_76290_immagine_obig

ONadde_2014-Dec-22

460783006_86320_immagine_obig

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.