La due giorni frenetica si è conclusa, è da un bel po’ che non facevo un press tour di questo genere e devo dire che mi sono divertito, è soprattutto uno dei mezzi migliori per fortificare conoscenze e amicizie con colleghi di altre testate, così come con i pr.
L’evento si è tenuto all’indig02, enorme complesso che ospita anche concerti e altro, e c’è stata prima la conferenza canonica, con i vari presidenti (compreso Kaz Hirai) che si sono alternati sul campo sparando un po’ di dati, strategie per il futuro, confermare che Home uscirà in autunno e con qualche trailer.
Invero la conferenza è stata abbastanza lunga e pallosa, molto meglio il dopo, dove ho potuto provare l’ottima roba del PSN (compreso Siren) e soprattutto Motorstorm Pacific Rift, Resistance 2, Little Big Planet e Killzone 2, anche se continuo a non capire come mai parte degli Americani e soprattutto i Giapponesi latitano decisamente, lasciando un buco di produzione in quello che invece ha contribuito molto nel successo di PlayStation 2.

Di quest’ultimo ho già pubblicato l’articolo su Multiplayer.it, che è possibile leggere a questo indirizzo, mentre degli altri scriverò tra domani e dopodomani, posso dire che quello che mi esaltato di più è stato Little Big Planet, del quale ho visto finalmente il single player ed è sempre più bello a livello artistico e come livelli già disponibili, senza contare l’editor eccezionale.

Motorstorm Pacific Rift era ancora al 40%, ma già ha diverse cose migliori del primo, a partire dall’ambientazione che mi sembra molto più interessante; tecnicamente anche è già avanti, ma ha ancora diverse cosucce da sistemare, molte dettate comunque dallo stadio primordiale di sviluppo.

Ancora più indietro è Resistance 2, c’era infatti solo la modalità multiplayer con una mappa per 60 giocatori, molto ampia, varia e con buoni spunti, ma tecnicamente è molto indietro, mancano ancora tutti gli effetti e il dettaglio poligonale è così-così, ma aspetto di vedere il single player (mi sa direttamente all’E3) e solitamente Insomniac ha ritmi lavorativi tra i più efficienti, il titolo migliorerà sempre di più con l’approssimarsi del lancio, previsto per Novembre.

Detto questo, la serata è proseguita col mangiare e bere a sbafo e con il party di Sony, pieno di gente, musica e casino, in queste cose sono dei maestri :D

In calce vorrei raccontare un paio di espisodi, il taxi che ci ha portato dall’aeroporto fino all’hotel, che si trovava in zona 2, è costato a Sony 150 euro contro i 95 del volo (…), stamattina poi, poco prima di lasciare l’albergo, è scattata la sirena di allarme incendio (pare per una cazzata) e c’è stata un’evacuazione di quasi tutto l’hotel, dove le persone sono uscite in maniera molto composta e sono arrivati i vigili del fuoco in pochissimi minuti, mentre il cuoco dirigeva il traffico, scena fantastica da vivere, sono riuscito a fare anche un piccolo video al riguardo, qui di seguito: