4

Se uno guarda Multiplayer.it oggi, può notare una realtà molto affermata nel suo campo, che ovviamente deve essere sempre attenta ai cambiamenti del mercato ma ha una struttura invidiabile e complessa, all’interno della quale io stesso e i miei colleghi siamo affiatati e ben conosciuti.
Il percorso per arrivare a questo punto è stato ovviamente lungo e diverso per ognuno, la mia strada si è incrociata con quella di Multy non subito, ma dopo un’esperienza che mi rimarrà sempre nel cuore.

Sono sempre stato orientato verso la matematica ed i numeri, non a caso ho fatto il liceo scientifico e poi un corso di laurea in informatica, sempre alle prese con i linguaggi di programmazione ed esperienze da consulente, da istruttore Cisco System fino e creare una società di networking di rete. Nessuno studio specifico quindi, scittura e inglese appresi “sul campo”, ma allo stesso tempo ho sempre coltivato la passione per i videogiochi da “consumatore”, possedendo tutti i sistemi esistenti all’epoca (Vic 20, Commodore 64, Amiga 500, Master System, Nes, Megadrive e così via) e leggendo prima Zzap! e poi TGM/Consolemania; ammiravo/invidiavo i redattori di queste riviste per il lavoro che facevano e il divertimento che trasmettevano dal puro testo.

5Poi sono arrivati Saturn e PlayStation, e una piccola realtà, Alternative-Reality.com, faceva capolino sulla rete e incontrava i miei gusti di lettore, tanto da meritarsi un “passaggio” quotidiano. Un bel giorno, forte delle mie conoscenze informatiche, contatto il grafico del sito, Marco TMO Giammetti, per suggerirgli alcune modifiche funzionali soprattutto per la galleria immagini, proponendomi anche di passargli il codice per farne una versione più bella.
Marco rimane estremamente soddisfatto e mi fa: “Cosa posso fare per ripagarti?”, gli rispondo: “Beh, fammi fare un articolo di prova” :)

Hobby che si è trasformato in passione e poi lavoro nel corso degli anni quindi, part time fino al 2007 (per le esperienze informatiche di cui sopra) ma già ricco di soddisfazioni prima.

6Alternative Reality rappresenta un ricordo indelebile che mi ha permesso di allargare i miei orizzonti culturali, partecipare alle prime fiere italiane come gli indimenticabili Expocartoon (avevo fatto fare anche le magliette personalizzate AR, che ancora oggi ho), andare a Londra nel 2000 per l‘ECTS e infine cominciare nel 2001 la spirale della fiera videoludica più importante al mondo, l’E3 di Los Angeles; la sera prima, inutile dirlo, non sono riuscito a dormire per l’emozione.
Ricordo anche di quando in mailing list si parlava di fare la nostra prima rivista cartacea e Marco aveva prodotto due copertine di esempio, la chat Mirc e il forum all’interno dei quali ci si passava ore sopra ed era luogo di discussioni infinite e spassose su tutto.
La nascita, sulla quale mi prendo tanti meriti, di quella sezione Console War che ancora oggi fa tanti accessi su Multiplayer.it; i raduni e l’incontro con persone che nel corso del tempo sono diventate cari amici.

Perfino una canzone creata apposta per noi dal gruppo musicale Spleen, che è possibile scaricare da qui.

arforum_logo

Verso fine 2002 c’è stata la svolta, se vogliamo anche forzata perché Mauro Fanelli, padre/padrone (mi piaceva dirlo :D) di AR, non riusciva più a gestire il network a livello economico e di tempo. La fusione quindi con Multiplayer.it e per noi caporedattori un posto nella sezione console, che sul nuovo sito era abbastanza allo sbando e gestita in maniera estremamente amatoriale.

E così con Mauro, Gianni, Antonio Jodice, Andrea Palmisano, Tommaso Pugliese e gli altri abbiamo dato una decisa botta nella direzione verso la quale Multiplayer.it si trova attualmente, lasciando in eredità ai “nuovi” una struttura con una base solidissima, che sarebbe un peccato non migliorare ancora :)

Se Facebook ti provoca l’orticaria, scrivimi su Twitter: @Tanzen.