Sky Go, impressioni d’uso in Wifi, 3G e all’estero

Da qualche giorno è attivo il servizio Sky Go, che permette di vedere su iPad (tra qualche settimana anche su altri tablet, spero anche via web come accade nel Regno Unito) Sky Tg24, i canali di Sky Sport e quelli di Sky Calcio. Gratuito fino a dicembre, poi 7 euro al mese per gli abbonati Sky (ci si collega con lo stesso login di sky.it) e 3 euro per chi ha Multivision, ho avuto modo di provarlo in tutte le configurazioni durante questi giorni.

Partiamo dalle note positive, a livello tecnico il servizio è eccezionale, la qualità del video ottima sia in Wi-Fi che 3G, la tecnologia utilizzata per lo streaming è di tipo adattivo e permette di gestire la qualità di visione senza perdere il segnale, l’ho provato in ufficio, casa, albergo e in 3G e sono rimasto sempre positivamente colpito.
Per chi segue sport e calcio il servizio è una figata non da poco (eccomi!), ho seri dubbi che possa arrivare invece il cinema per i soliti problemi di licenze, che in Italia sono moltiplicati per mille rispetto al resto del mondo.

Sempre in ambito licenze arrivano le altre note dolenti, in 3G i canali calcio non vanno (TG 24 e Sport si) probabilmente perché Telecom ha i diritti per la trasmissione su rete cellulare, ad ogni modo c’è sempre la soluzione di usare ad esempio l’iPhone 4 per condividere la connessione, in maniera tale che l’iPad veda la connessione come una rete Wi-Fi e scavalchi questa limitazione. In 3G c’è bisogno però di una flat illimitata o quasi, ho fatto una prova e 12 minuti di una partita di calcio mi hanno consumato ben 100 Megabyte di dati.

Il mio recente viaggio ad Istanbul mi ha permesso infine di provare il servizio all’estero…solo Sky Tg24 funziona, tutto il resto è oscurato come prevedibile per questioni di diritti televisivi. In questo caso si può risolvere utilizzando una VPN Italiana, ovvero collegandosi ad un server italiano e “uscendo” su Internet come se fossimo in Italia, anche in questo caso sono riuscito a vedere perfettamente tutti i canali.
iPad ha un ottima gestione delle connessioni VPN, mi fermo qui perché le consulenze informatiche si pagano caro :D

In definitiva ritengo il servizio molto promettente seppur le limitazioni di cui sopra lo rendano indicato solo per specifiche esigenze, in questo senso il costo è giustificato solo per chi lo sfrutta al 100%. Speriamo che Sky possa espanderlo e che non esageri da un lato con i prezzi, che non affoghi nella putrida burocrazia italiana dall’altro.