20131016-213031.jpg

Tra le tante cose 'extra' sulle quali mi diletto all'interno di Multiplayer.it c'è anche la gestione dei cellulari aziendali: attualmente abbiamo 18 numeri e tre schede dati, che utilizziamo in giro per l'Italia e per il mondo, visto che la comunicazione è per noi ovviamente molto importante.

Nel 2003 abbiamo cominciato con Vodafone e poi siamo passati a Tre, dove siamo rimasti tanti anni con discreta soddisfazione e sicuramente un buon servizio clienti.
Nel corso del tempo però abbiamo subito quella che invece dovrebbe essere una cosa positiva, la maledizione del cliente di lunga data: nel frattempo infatti questo operatore telefonico ha aggredito il mercato dei nuovi clienti con tariffe sempre più convenienti mentre le nostre diventavano obsolete, nonostante i miei solleciti costanti abbiano riportato ad una modulazione per noi più vantaggiosa.

Nella ricerca quindi del miglior compromesso qualità/prezzo qualche mese fa ci siamo imbattuti, non l'avrei mai detto, in TIM, che aveva lanciato alcune tariffe denominate “Senza Problemi”: costi mensili molto bassi, comprensivi inoltre di minuti per telefonare in Europa e USA e perfino 250 MB di dati in questi paesi.
Facendo due calcoli e pur temendo la qualità dei servizi abbiamo optato per il cambio; su ogni fattura mensile, soprattutto quando siamo all'estero per l'E3 di Los Angeles o altro, il risparmio potenziale è anche superiore del 50%, tantissimo.

20131016-213042.jpg

Purtroppo, però, tutte le mie paure sono divenute ben presto realtà. Innanzitutto la ricezione: spesso e volentieri c'è campo in posti impensabili, ma alla stessa maniera la chiamata cade di continuo e la connessione va in Edge, diventando inusabile. Il problema è quando questo accade in posti dove invece gli altri operatori vanno una bellezza, e se ti capita di avere 4G/LTE per i dati, la qualità non è affatto assicurata…il motto è “diamo a tutti per far andare veloci nessuno”.
E ancora, connessione dati che su alcuni dispositivi non funziona mentre si è in chiamata, portale Impresasemplice che funziona a fasi alterne, customer care inadeguato che prende in carico richieste talvolta mai esaudirle…un incubo.

Ciliegina sulla torta, a distanza di pochissimo tempo TIM ha rimodulato le offerte per i nuovi clienti, adesso si chiamano “TUTTO Senza Limiti” e sono nettamente meno convenienti: i dati/minuti all'estero non sono più inclusi, esiste solo una tariffa su quattro con minuti/sms illimitati in Italia e per avere una configurazione simile alla nostra sarebbe da pagare più del doppio. Qualora dovessimo aggiungere nuove sim sarà un problema, e non vedo perché i nuovi clienti dovrebbero adesso scegliere TIM.

Sono ben conscio del fatto che purtroppo non esiste un operatore telefonico che riesca a soddisfare in pieno, ognuno ha tante magagne, tende a favorire i nuovi clienti ed è più debole sotto l'aspetto economico piuttosto che di copertura o servizi…Vodafone ad esempio ha quella follia del Tethering /Personal Hotspot da pagare a parte, Tre in certi posti non prende manco a pagare, Wind è mediocre nei servizi…

TIM però si conferma ancora una volta come l'operatore telefonico da evitare tra i “grandi quattro” in quanto non guarda in faccia al cliente e ha i servizi globali più scadenti, a meno che non si voglia davvero spendere tanto per avere flessibilità all'estero e il minimo per il resto.

Per i restanti mesi che mancano ai due anni totali rimarremo con questo operatore perché siamo capitati nel periodo delle tariffe più vantaggiose e di questi tempi il risparmio è la prima cosa, dopodiché ci guarderemo di nuovo attorno per valutare un'offerta migliore e non tornare mai più indietro.

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.