Support Haiti, vediamo se è giusto e come fare

In questi giorni che stanno trascorrendo dal disastroso terremoto che ha colpito Haiti (la sfiga su chi è già sfigato, una triste legge che si conferma sempre…) non sono mancate ovviamente le discussioni tra amici e colleghi su tutto quello che sta succedendo, sui propri giudizi personali, sul quanto un fatto del genere, accaduto ad una distanza così elevata, possa colpire o meno persone che hanno una vita così lontana da quelle dinamiche. Inevitabilmente si è finiti a parlare sulla necessità o meno di aiutare queste persone, e come al solito ho avuto modo di ascoltare campane diversissime tra di loro, con ogni persona pronta a giustificare all’estremo, quando punzecchiata, il perché della scelta di donare o meno.

Ne voglio segnalare qualcuna, che può sempre far scaturire un’interessante riflessione sulla diversità e convinzione d’opinione.

Il Governo, paghiamo le tasse spesso anche oltre la buona ragione, facciamo il nostro dovere ed è quindi lui che si dovrebbe occupare in toto del supporto nei casi d’emergenza, la donazione aggiuntiva del singolo non è richiesta e anzi non va fatta per principio.

Il singolo che dona serve a poco, non cambierebbe quasi nulla e spesso i soldi vengono sperperati e non si sa dove vanno a finire.

Perché donare ed essere generosi (e qui si è esteso il campo anche alla donazione di sangue et simila) verso persone che non si conoscono e che domani magari te lo metteranno nel sedere? Queste cose vanno fatte solo attorno al proprio ecosistema di persone alle quali si vuole bene.

Perché le associazioni alle quali ci rivolgiamo (anche qui il campo è esteso) vengono sovvenzionate dallo stato e accedono a numerosi fondi? Donare il sangue, mandare soldi e così via potrebbe essere fatto anche dai singoli e gestito senza soldi a monte, indi per cui è tutto un sistema sballato che non va supportato da questi gesti.

Questo scenario un po’ complottista può anche essere vero in certi frangenti, ma alla fine anche sparando nel mucchio qualche cosa si riesce a tirare fuori, così come l’egoismo personale che però colpisce in maniera positiva anche gli altri è sempre un qualcosa superiore allo zero assoluto.
Io sono un po’ più romantico, credo anche che tante persone non aiutano in queste situazioni oppure non donano il sangue e altro per pigrizia, per paure non gisutificate, perché troppo complicato e o per mancanza di informazione.
Lungi da me fare del buonismo gratuito, che anzi mi sta sulle palle in maniera abbastanza pesante, però in questo caso le chiacchiere e le giustificazioni stanno a zero :)

Vediamo un po’ nel caso specifico di Haiti alcuni metodi di come fare in maniera indolore e con poco tempo a disposizione, partendo da quelli più tecnologici:

1) Se in possesso di account iTunes con relativa carta di credito, donazione diretta di soldi che va alla Croce Rossa Internazionale: Clicca qui

2) Se in possesso di account iTunes e amanti della musica, è possibile ordinare l’album “Hope for Haiti Now”, al quale hanno partecipato artisti come Jay Z, Rihanna, The Edge, Bono degli U2 e così via, l’importo devoluto sarà praticamente del 100%: Clicca qui

3) Se in possesso di account iTunes ed iPhone, c’è un’applicazione gratuita che racchiude tutte le modalità classiche, anche non digitali, per inviare denaro tramite le associazioni Italiane, si chiama Helphaiti IT: Clicca qui

4) Donazione all’Unicef mediante versamento sul conto postale 745.000, IBAN: IT21 T076 0103 2000 0000 0745 000 con la casuale “Emergenza Haiti”.

5) Altri siti dove ci sono le modalità per donare sia offline che online: Unicef, Croce Rossa Italiana, Medici Senza Frontiere, Caritas Italiana.

6) Vi piacciono i videogiochi e siete fan di Halo? Comprando sullo store di Bungie uno dei loro prodotti a marchio o la maglietta speciale dedicata, il 100% degli introiti verrà devoluto; inoltre giocando ad Halo online con uno speciale emblema, per ogni 1000 giocatori differenti ci sarà una donazione di 100$ da parte di Bungie stessa: Clicca qui

In fondo buttate nel cesso tanti soldi dalla mattina alla sera, qualcosina in più non cambia nulla, no? ;)