La trasferta di Tokyo si è purtroppo conclusa, dico purtroppo perché è stata come sempre un’esperienza straordinaria piena di cose da ricordare e che mettono un ulteriore tassello ad una parte della mia vita estremamente fortunata e che riesce a mettere in luce i pregi piuttosto che i difetti che seppur ci sono.

La seconda settimana è stata ovviamente dedicata al Tokyo Game Show, la terza fiera in ordine di importanza dedicata ai videogiochi, che ho coperto assieme a Tommaso e Matteo (col supporto di Luca sul posto e di tutti gli altri colleghi dall’Italia) e dalla quale comunque siamo riusciti a scrivere diversi articoli su giochi inediti o giocabili per la prima volta, e quindi direi che sono complessivamente soddisfatto :)

La fiera in se è molto colorata e stracolma di cosplayer nei due giorni aperti al pubblico (che si aggiungono ai due dedicati unicamente alla stampa), tra le tante cose particolari c’è quella che ad inizio e fine giornata tutte le standiste si mettono in fila per ringraziare e farsi fotografare, una cosa quasi alienante e in pieno spirito giapponese :D

L’unica foto mia che vedete in questa pagina è stata fatta con Yoshinori Ono, produttore della serie di Street Fighter e persona estremamente divertita ed espansiva, un po’ in controtendenza con la media giapponese e bravissima nel lavoro che fa. Un’altra persona squisita è stata Peter Molineux, creatore di titoli come Magic Carpet, Populous e al lavoro attualmente su Fable III, appena sono giunto sul luogo dell’intervista uno ad uno abbiamo subito parlato di iPad e ci siamo scambiati alcuni titoli assolutamente da giocare prima di cominciare l’intervista e la presentazione vera e propria :)

Spazio alle foto che vedono personaggi illustri come Yoshinori Ono stesso, Keji Inafune, Hideo Kojima, Tetsuya Mizuguchi, Fumituo Ueda e Kazunori Yamauchi, a questo indirizzo c’è invece tutta la copertura di Multiplayer.it sull’evento:

Tanzen e Yoshinori Ono Devil May Cry Il Gonpachi in Roppongi Tetsuya Mizuguchi Kazunori Yamauchi di Gran Turismo 5 Hideo Kojima Fumito Ueda Scorcio di fieraLe hostess di Yakuza: of the End

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata