Sono oramai diversi anni che non sono più a casa e nemmeno nella mia città, cose che volente o nolente riesco a vivere sempre meno. La Gamescom di Colonia poi ha quel tempismo perfetto di interrompere le mie vacanze estive e quei pochi giorni che mi concedo di ritorno alle ‘origini’, dal punto di vista paesaggistico, culturale, culinario.
È normale, si cresce e si prende la propria strada, che per essere migliore deve essere il più possibile piena di esperienze, anche lontane, senza mai dimenticare. Ma quando vedo i miei genitori con gli occhi lucidi dopo pochi giorni assieme nell’arco di mesi e i nipotini abbracciarmi così fortemente, un po’ di magone mi viene, un po’ tanto.

I commenti classici sono superati, se vuoi continuare la discussione scrivimi su Twitter: @Tanzen.