Basta farsi un giro sui miei Social Network per essere inondati da foto raffiguranti cibo e vino in ogni dove: semplicemente non riesco a resistere alle cose buone che ci sono lì fuori.
L’eroe è il metabolismo – al netto di un’attenzione dovuta al colesterolo – che mi permette di “dialogare” solamente con variazioni di pochi chili; la mia filosofia, però, prevede di fare un minimo di attività fisica con lo scopo principe di non privarmi di questa golosità latente. A tal proposito cerco di giocare a calcetto con regolarità e di stare “tranquillo” durante la settimana, anche se non è sempre possibile soprattutto in occasione di trasferte, festività o cene organizzate.
Negli anni passati spesso sono andato in palestra oppure a correre, ma la voglia diventa sempre minore mentre il metabolismo non aspetta e le maniglie dell’ammore fanno capolino a intervalli regolari; per questo motivo lo scorso anno ho cominciato a cercare una soluzione alternativa per mitigare quella che a tutti gli effetti si chiama pigrizia, con l’aggravante di non voler spendere soldi per un abbonamento annuale.

IMG_0073

Alla fine la scelta è ricaduta su Fitstar, servizio/applicazione disponibile via browser, iPhone, iPad e Android, con i nuovi fondi ottenuti grazie all’acquisizione da parte di Fitbit – che al costo di un abbonamento annuale contenuto (34€, ma è possibile scendere a 29€ come spiegato più in basso) mette a disposizione un Personal Trainer in video ed una serie di programmi che si evolvono nel corso del tempo.
All’apertura dell’applicazione si possono scegliere attività per esigenze specifiche (fasce muscolari, riscaldamento generale, superserie) oppure il programma consigliato in base al proprio peso e stato di forma, che viene aggiornato ad ogni sessione completata con successo.
Personalmente ho cominciato con la dose giornaliera composta da sei sessioni settimanali di circa 7-10 minuti l’una; dopo aver raggiunto un livello più alto – l’applicazione propone badge sotto forma di obiettivi e sfide con gli amici iscritti al servizio – mi è stato proposto un programma basato su quattro sessioni settimanali da circa 30, indicate per tonificare i muscoli e perdere un po’ di peso.
La schermata principale propone la sessione successiva, con un riassunto di tutti gli esercizi che si andranno a fare prima di lanciare il video. Che va seguito in contemporanea con tanto di timer, consigli in sovra impressione e le indicazioni a voce del Personal Trainer (Tony Gonzalez, ex giocatore di football americano, quindi in inglese) su come respirare, su quale fasce muscolari si sta operando, su come gestire tremolio e fatica; nel frattempo un’altra persona a video replica gli esercizi e li svolge esattamente in contemporanea, in maniera tale da avere sempre un riferimento visivo preciso. Al termine di ogni singolo esercizio è possibile selezionare un’icona per indicare se è stato facile, normale o brutale, oltre che segnalare eventualmente se si è fatto di più o meno rispetto a quanto impostato: il feedback è vitale perché nel corso del tempo il programma si evolve aumentando o diminuendo la difficoltà, le ripetute e i secondi dedicati ai singoli esercizi.

IMG_0079

IMG_0078

IMG_0074

L’impatto personale è stato decisamente positivo, sia in termini mentali che fisici, grazie a tutta una serie di vantaggi: la possibilità di poter fare gli esercizi a casa quando voglio, senza richieste di “equipaggiamento” particolari; l’ottima qualità dei video che propongono la selezione della propria musica; la varietà di attività proposte, che si adattano anche alla propria evoluzione con l’applicazione; l’integrazione con Apple Health per salvare le calorie bruciate, e con Fitbit o Apple Watch per il battito cardiaco.
È chiaro che per eliminare completamente pancetta e rotoli bisogna per forza ridurre le calorie ingerite e togliersi uno sfizio solo ogni tanto, ma il compromesso che ho raggiunto è più che accettabile e mi permette di non sacrificare nulla…immagino che i risultati possano essere ancora migliori per chi deve perdere un bel po’ di peso.

IMG_0082

IMG_0081

IMG_0076

IMG_0075

Bando alle ciance, comunque, la registrazione al servizio è gratuita e permette di accedere ad alcuni programmi di base per testarne il funzionamento. Grazie ad un sistema mediante codice amico è possibile ottenere un mese di Premium senza pagare: per usufruirne basta seguire questo indirizzo oppure inserire direttamente il codice “TV14D3” all’interno dell’applicazione. Entro trenta giorni si può disdire senza sborsare un centesimo e al contempo provare l’app nel pieno delle sue funzionalità. Ah, aggiungetemi tra gli amici!

Se i commenti classici non ti piacciono, scrivimi su Twitter: @Tanzen.