I lettori più assidui hanno seguito il percorso di 18 mesi che mi ha portato a diventare Sommelier, tra lezioni di teoria, visite in cantina e l’esame finale. Ho deciso di ottenere questa qualifica professionale soprattutto per la passione che nutro per il vino, la sua produzione in vigna e la storicità che rappresenta, senza dimenticare che il turismo enogastronomico è tra le attività più appaganti per gli occhi e la bocca, come ho avuto già modo di sperimentare visitando Barolo, l’Alsazia, la Sicilia e altri posti con forte impronta vinicola.
Detto questo, da qualche mese sto collaborando con AIS Umbria, nella nuova puntata di TanzCast! vi parlo di cosa bisogna fare per diventare Sommelier, e quali sono le eventuali opportunità di lavoro professionali.

Di seguito l’embed di Soundcloud:

E quello di Youtube:

Se invece volete ascoltare la puntata su iTunes e iscrivervi al podcast per le notifiche automatiche, seguite pure questo indirizzo.