Come da tradizione irrinunciabile, ho passato il periodo natalizio a Napoli e in famiglia, perché l’atmosfera della città partenopea è semplicemente inarrivabile. Tra una pizza e l’altra (ne ho mangiate 7!) ho visitato molti posti inediti e non, il giusto mix tra lo stare in famiglia, mangiare cose che mi mancano a Terni e riscoprire la mia adorata città. Il Castel dell’Ovo domina il lungomare di Napoli e il bellissimo Borgo Marinari, è una struttura imponente eretta su un isolotto vulcanico dove fu fondata Parthenope, e offre da ambo i lati una vista mozzafiato sul Golfo, Vesuvio, Mergellina e Posillipo.
La camminata all’interno delle mura è interessante, grazie ai succitati scorci e alle stradine interne, fino a quando non si raggiunge il punto più alto con i cannoni che difendevano la città.
Come sempre a Napoli ha attraversato diverse dominazioni che hanno inciso sulla conformazione di questo castello, e dopo il progetto di rilancio avviato nel 1975 è diventato una delle attrazioni turistiche più interessanti e obbligatorie da fare quando si è a Napoli.
Tra le altre cose la visita è generalmente gratuita, e gli orari vanno dalle 9 alle 17 in periodo invernale, fino alle 19 in quello estivo, con chiusura alle 14 domenica e festivi.

Se Facebook ti provoca l’orticaria, scrivimi su Twitter: @Tanzen.

IMG_8163_watermark

IMG_8181_watermark

IMG_8169_watermark

IMG_8168_watermark

IMG_8162_watermark

IMG_8155_watermark

IMG_8154_watermark

IMG_8152_watermark

IMG_8148_watermark

IMG_8143_watermark

IMG_8139_watermark

Cover